Settimana 24 ottobre 2021 - In evidenza

Percorso sinodale

Papa Francesco ha indetto il Sinodo dei Vescovi per Ottobre 2023, che avrà come tema: “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione”. Ciò che il Papa si prefigge è quello di coinvolgere tutti a edificare una Chiesa sinodale, ossia che cammina insieme; la parola “sinodo” infatti significa “cammino insieme”. Tale Sinodo dei Vescovi del 2023, è preceduto in tutte le Diocesi del mondo da un cammino di coinvolgimento e di partecipazione: è una grande novità voluta da Papa Francesco. Anche la nostra comunità parrocchiale si mette in cammino e nelle Messe di oggi invoca dal Signore la grazia dell’ascolto, della condivisione e della missionarietà.

 

95a Giornata Missionaria Mondiale 

Come ogni anno, nella penultima domenica di ottobre, celebriamo la Giornata Missionaria Mondiale come segno di corresponsabilità con la missione universale della Chiesa. Il tema scelto per quest’anno è il seguente: “Testimoni e Profeti. Non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato (At 4,20)”. La carità espressa nelle collette di questa domenica sarà destinata alle Pontificie Opere Missionarie che, a nome del Papa, sostengono numerosi interventi per rispondere ai bisogni spirituali e materiali dei popoli e delle Chiese in tutto il mondo.

Caritas

La Caritas organizza per mercoledì 27 ottobre mattina, la distribuzione del pacco-alimenti alle famiglie bisognose del rione.

Incontri programmati per questa settimana 

Martedì 26 ottobre alle 19.00 s’incontrano gli Educatori e gli Allenatori dell’Oratorio per un momento di formazione e di confronto.

Giovedì 28 ottobre alle 19.00 c’è il secondo incontro del cammino di formazione biblico/liturgica sul tema delle Beatitudini per i Lettori e tutti quelli che desiderano.

Venerdì 29 ottobre c’è l’incontro mensile della Confraternita: alle 18.00 il Rosario e le Confessioni, alle 18.30 la Messa e alle 19.00 l’incontro di formazione.

 

Mese di Novembre – Ricordo dei defunti

In occasione del mese di Novembre, mese in cui ricordiamo i nostri cari defunti, celebreremo ogni giorno alle ore 18.30 la Messa in suffragio di tutti i defunti. In fondo alla chiesa, trovate dei fogli in cui potete scrivere i nomi dei defunti per i quali desiderate siano celebrate le Messe di suffragio. Siete invitati poi a consegnare il foglio compilato agli Uffici Parrocchiali con un’offerta libera se lo desiderate. Ogni giorno, alla Messa delle 18.30, tutti i fogli con i nomi dei defunti saranno collocati sull’altare e pregheremo per loro.

 

La parola del Parroco

Appuntamento settimanale con il nostro Parroco che ha come tema centrale la riflessione sul Vangelo della Domenica.

 

Carissimi, celebriamo oggi la XXX Domenica del Tempo Ordinario. Quello che oggi ci viene proposto nel vangelo di Marco è il racconto dell’ultimo miracolo compiuto da Gesù prima del suo ingresso trionfale a Gerusalemme: la guarigione del cieco Bartimeo.

All’inizio del brano si evidenzia la situazione esistenziale del cieco: è cieco, non vede niente, non gode il sole, i colori, il volto di sua madre; è mendicante, non ce la fa da solo, vive se qualcuno si accorge di lui; è seduto, un simbolo che la sua vita si è fermata, si è arreso. Che cosa c’è di più povero di uno che è cieco, mendicante, sfinito e scoraggiato?

Il grido del cieco: “Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!”. Una preghiera di supplica, umile e sincera, piena di fiducia, una preghiera insistente, che vince l’ostacolo della folla che lo rimprovera, al punto che il suo grido si fa più forte e la sua implorazione più accorata. È come la preghiera del pubblicano al Tempio: “O Dio, abbi pietà di me peccatore!”. È come il grido di Pietro sul lago dopo la pesca miracolosa: “Allontanati da me che sono un peccatore”! Un atteggiamento tanto diverso dalla richiesta ambiziosa di Giacomo e Giovanni che, nel vangelo di domenica scorsa, chiedevano a Gesù, con tono arrogante, i primi posti nel suo regno: “Noi vogliamo che tu ci faccia quello che ti chiederemo, concedici di sedere nella tua gloria uno alla tua destra e uno alla tua sinistra”.

Passa Gesù, si ferma e la vita riparte. Gesù fa chiamare il cieco e lo mette al centro della scena. Gesù è il buon samaritano che passa e si ferma. È capitato lo stesso con Zaccheo, invitato da Gesù a scendere dall’albero perché voleva fermarsi a casa sua. È capitato a tanti altri ammalati nel corpo e nello spirito, che incontrando Gesù ritrovano vita a speranza.

                                                            <Continua>




Altre notizie

Celebrazioni eucaristiche

Le Celebrazioni eucaristiche si svolgono secondo i seguenti orari:

  • Giorni feriali: Ore 7.00 - 9.00 - 18.30
  • Giorni festivi: Ore 7.00 - 8.30 - 10.00 - 12.00 - 18.30

 Si ricordano le indicazioni del Vicariato di Roma per la partecipazione alle celebrazioni 

 

Recita del S. Rosario                                 

Ore 18.00 Tutti i giorni

 

Notiziario Ex allievi di Don Bosco

E' uscito il  Notiziario Exallievi Testaccio del mese di maggio 2021. Vai al link per vederlo e scaricarlo.

                                                                                                                                                                                       <continua>

Lodi mattutine 

Ore 07:30 Le Celebrazioni delle Lodi mattutine  insieme ai salesiani addetti alla parrocchia.

Notiziario Ex allievi di Don Bosco

E' uscito il  Notiziario Exallievi Testaccio del mese di maggio 2021. Vai al link per vederlo e scaricarlo.

Cammino educativo pastorale 2021-2022

E' stato pubblicato il libretto per il cammino educativo pastorale per il periodo 2021-2022.

Link

XXVIII Domenica del Tempo Ordinario

Piazza San Pietro

Testo omelia 

Angelus - Regina Cæli 2021

Angelus - Regina Cæli 2020

 

Commento alla Parola di Dio della Domenica

di Don Fabio Rosini Direttore del Servizio per le vocazioni della Diocesi di Roma




GAUDETE ET EXULTATE

Esortazione apostolica del Santo Padre sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo