Settimana 27 novembre 2022 - In evidenza

Nuovo Anno Liturgico e Tempo di Avvento

Inizia oggi il nuovo Anno Liturgico con il Tempo di Avvento. Seguiremo quest’anno il ciclo festivo dell’«Anno A», accompagnati dall’evangelista Matteo, e il ciclo feriale dell’«Anno dispari».

Anniversario della Dedicazione della nostra Chiesa 

Il 29 novembre 1908, prima domenica di Avvento, alla presenza di don Michele Rua, primo successore di don Bosco, veniva solennemente consacrata la nostra Chiesa di Santa Maria Liberatrice, la cui costruzione era stata affidata dal Papa San Pio X ai Salesiani di don Bosco. Martedì 29 novembre ricorderemo questo anniversario con la Messa propria della Dedicazione.

 

Novena dell’Immacolata 

Ci prepariamo alla solennità dell’Immacolata con la “novena”. A partire da Martedì 29 novembre, al termine della Messa, dopo la comunione, faremo una preghiera a Maria, donna delle Beatitudini.

Terzo incontro del Gruppo Biblico

Giovedì 1° dicembre alle ore 19.00 ci sarà il 3° incontro del Gruppo Biblico, a cui sono invitati i Lettori e tutti coloro che desiderano compiere un percorso di formazione biblica sul libro degli Atti degli Apostoli.

 

Adorazione Eucaristica

Venerdì 2 dicembre alle ore 19.00, subito dopo la Messa delle 18.30, l’Adorazione Eucaristica nel primo venerdì del mese.

 Oratorio

L’Oratorio continua la sua attività con varie proposte. Alcune di esse sono già avviate da tempo: calcio, basket, karate, danza, laboratorio di disegno, laboratorio di cucina. Altre sono in fase di lancio: laboratorio di make-up, corso di inglese, laboratorio teatro per genitori. Per tutte le informazioni, il numero di riferimento è: 333.9283467.

Emergenza Ucraina

Dopo aver raccolto varie sollecitazioni e indicazioni a riguardo e dopo esserci confrontati nel Consiglio pastorale, come Parrocchia Santa Maria Liberatrice a Testaccio, abbiamo individuato tre indicazioni operative che potete trovare nello specifico in un foglio a parte sul tavolino in fondo alla chiesa o nel sito della parrocchia.

1. Aiuto e sostegno alle presenze salesiane in Ucraina e nei Paesi limitrofi

2. Disponibilità per l’accoglienza in collaborazione con la Caritas di Roma e la Protezione Civile del Lazio

3. Disponibilità ad inserire minori ucraini nelle attività e nelle proposte dell’Oratorio 

La parola del Parroco

    Oggi, prima domenica del tempo di Avvento, inizia un nuovo Anno liturgico. In queste quattro settimane di Avvento, la liturgia ci conduce a celebrare il Natale di Gesù, mentre ci ricorda che Egli viene ogni giorno nella nostra vita, e ritornerà gloriosamente alla fine dei tempi. Avvento è una parola la cui radice latina significa “venire accanto, farsi vicino”. È il tempo in cui tutto si fa più vicino, Dio all’uomo, l’altro a me, io a me stesso. Significa anche attesa di qualcuno; l’attesa è una dimensione fondamentale della nostra vita quotidiana: attendiamo con gioia una persona cara che non vediamo da tempo, attendiamo un momento di riposo dopo una giornata faticosa, attendiamo un gesto di attenzione da una persona amata, attendiamo che passi presto un momento difficile, ecc. L’Avvento è attesa della venuta di Cristo nostro salvatore, il Figlio di Dio incarnato, una venuta che incide sul tempo e sulla storia – passato, presente e futuro – come dicono bene i prefazi dell’Avvento: «Al suo primo avvento nell’umiltà della nostra natura umana, egli portò a compimento la promessa antica … Verrà di nuovo nello splendore della gloria … Ora egli viene incontro a noi in ogni uomo e in ogni tempo, perché lo accogliamo nella fede e testimoniamo nell’amore la beata speranza del suo regno».

Le letture della prima domenica di Avvento ci immettono nella prospettiva della seconda venuta del Signore. Se è vero che il Natale fa memoria della prima venuta del Salvatore nella storia umana, è altrettanto vero che la Chiesa nel IV-V secolo, proponendo l’Avvento, lo pensò come un periodo in cui impegnare i fedeli a guardare con speranza al compimento della storia e al ritorno definitivo di Gesù. Il primo Vangelo d’Avvento – tratto dall’evangelista Matteo che ci accompagnerà in questo anno A – è un brano che appartiene al genere letterario apocalittico, che non vuole però metterci paura e angoscia, ma vuole offrirci un messaggio di consolazione e di speranza: gli eventi della storia sono saldamente nelle mani di Dio e sono da lui guidati verso un compimento positivo e di salvezza.

      Il Vangelo ci invita a riflettere riferendosi ai “giorni di Noè”: in quei giorni gli uomini mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, ma non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e li travolse tutti. Davvero è possibile vivere senza sapere perché, senza accorgersi di nulla, con un atteggiamento di superficialità e di indifferenza. Il tempo dell’Avvento è proprio il tempo per svegliarci dal sonno dell’indifferenza, come ci ricorda san Paolo nella Seconda Lettura, per accorgerci di ciò che succede attorno a noi, nel mondo, nella vita delle persone soprattutto povere e bisognose. È il tempo dell’attenzione, parola che ha la stessa radice di attesa: è un “tendere a”, è vivere nella tensione verso una meta, un ideale, guardando avanti con fiducia e speranza, senza lasciarsi distrarre dalle passioni disordinate, dalle preoccupazioni effimere, dagli affanni della vita. L’amore è attenzione. L'attenzione è già una forma di preghiera, ed è la grammatica elementare che salva la nostra vita interiore.      

                                                                      <Continua> 





Altre notizie

Celebrazioni eucaristiche

Le Celebrazioni eucaristiche si svolgono secondo i seguenti orari:

  • Giorni feriali: Ore 7.00 - 9.00 - 18.30
  • Giorni festivi: Ore 7.00 - 8.30 - 10.00 - 12.00 - 18.30

 Si ricordano le indicazioni del Vicariato di Roma per la partecipazione alle celebrazioni 

 

Recita del S. Rosario                                 

Ore 18.00 Tutti i giorni

                                                                                                                                                                                       <continua>

Lodi mattutine 

Ore 07:30 Le Celebrazioni delle Lodi mattutine  insieme ai salesiani addetti alla parrocchia tutti i giorni feriali.

Notiziario Ex allievi di Don Bosco

Nella sezione Ex allievi si possono trovare tutti i Notiziari dell'Unione Ex allievi di Don Bosco presso l'Opera salesiana di Testaccio dall'anno 2017. Vai al link per vederli e scaricarli.

Gruppo biblico 2022-2023

Incontri di formazione biblica. Si approfondirà il Libro degli Atti degli Apostoli. 

Calendario incontri

Anno educativo pastorale 2022-2023

E' disponibile il libretto con le attività educative e pastorale per il 2022-2023.  Download libretto

Link

I Domenica di Avvento 

27 novembre 2022

Piazza San Pietro

Angelus 

Angelus - Regina Cæli 2022

Angelus - Regina Cæli 2021

 

Commento alla Parola di Dio - I Domenica di Avvento

di Don Fabio Rosini Direttore del Servizio per le vocazioni della Diocesi di Roma




GAUDETE ET EXULTATE

Esortazione apostolica del Santo Padre sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo