Settimana 13 giugno 2021 - In evidenza

Iscrizioni Estate Ragazzi

In questa settimana continuano le iscrizioni per l’Estate Ragazzi che faremo dal 21 giugno al 30 luglio per i ragazzi/e nati negli anni 2008-2009-2010-2011-2012. Le iscrizioni si fanno presso l’Oratorio da lunedì a venerdì, dalle 11.00 alle 18.00.

Spostamento della Messa feriale delle ore 09.00 

Con l’inizio dell’Estate Ragazzi, la Messa feriale delle ore 09.00 sarà spostata alle ore 09.30, per permettere ai ragazzi/e di iniziare la giornata in chiesa con la preghiera e il buongiorno. Pertanto da lunedì 21 giugno a sabato 31 luglio, la Messa feriale delle 09.00 sarà alle 09.30.

Consiglio pastorale

Mercoledì sera 16 giugno alle 20.45, ci sarà l’incontro del Consiglio pastorale per una verifica dell’anno pastorale in corso e per raccogliere suggerimenti e proposte in vista del prossimo anno. 

 

Lettori

Sabato sera 12 giugno alle 19.15 il Gruppo dei Lettori si incontra per un momento di formazione e di convivialità.

Anno di San Giuseppe

Ogni mercoledì al termine della messa reciteremo la preghiera "A te, o Beato Giuseppe" e alla fine del rosario pregheremo con le "Litanie a San Giuseppe". Si concede l'indulgenza plenaria alle consuete condizioni richieste (confessione sacramentale, comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Papa).

 

La parola del Parroco

Appuntamento settimanale con il nostro Parroco che ha come tema centrale la riflessione sul Vangelo della Domenica.

 

Carissimi, dopo le feste e le solennità che abbiamo celebrato nelle ultime domeniche, eccoci alle domeniche del Tempo Ordinario, un lungo periodo dell’Anno liturgico che si protrarrà fino all’inizio dell’Avvento (28 novembre). Oggi celebriamo l’XI Domenica del Tempo Ordinario e siamo accompagnati dal vangelo di Marco con un brano che ci presenta due parabole. Gesù nel vangelo educa alla fede soprattutto attraverso due modalità: le parabole e le domande. Nei 4 vangeli possiamo trovare 37 parabole e oltre 220 domande del Signore rivolte a discepoli, a malati, a stranieri, ad amici e avversari, ecc.

Il Vangelo di oggi ci propone due parabole che parlano entrambe di un “seme” gettato nella terra. Nella prima parabola la crescita del seme non dipende dall’opera dell’uomo, ma da colui che getta il seme e dalla fertilità del suolo: “dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce” … alla sera vedi un bocciolo e al mattino si è aperto un fiore, senza alcun intervento nostro, ma per una misteriosa forza interna. In questa parabola c’è anche un altro insegnamento: il seme non diventa all’improvviso una spiga, ma la sua crescita è graduale: “prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga”. Come in natura, anche nella nostra vita spirituale la crescita è graduale e progressiva, consapevoli che la grazia di Dio opera in noi e produce frutti abbondanti se noi siamo un terreno accogliente e recettivo.

La seconda parabola mostra la sproporzione tra il minuscolo seme e il grande albero che ne nascerà: il granello di senapa, che è privo di ogni appariscenza, diventerà “il più grande di tutti gli ortaggi”. Questa parabola ci insegna che Dio ama i mezzi poveri e che il suo regno cresce per la forza segreta delle piccole cose, dei piccoli gesti di bontà, dei semplici e umili strumenti del suo amore. Come cantiamo nel Magnificat: “Dio ha guardato all’umiltà della sua serva, ha rovesciato i potenti dai troni e ha innalzato gli umili”.

Anche nella Prima Lettura si parla di semina e di crescita. Il testo di Ezechiele è un’anticipazione profetica del vangelo: dopo la drammatica esperienza dell’esilio babilonese, c’è la promessa di una rinascita e di una nuova sorprendente crescita. Dio prenderà dalla cima del cedro un ramoscello per piantarlo sul monte alto d’Israele, così che possa diventare un cedro magnifico. Dio è il grande protagonista della storia che, nonostante il peccato e l’infedeltà dell’uomo, prende l’iniziativa della rinascita e della crescita, e il piccolo resto d’Israele in esilio a Babilonia diventerà una grande nazione.

                                                                      <Continua>




Altre notizie

Celebrazioni eucaristiche

Le Celebrazioni eucaristiche si svolgono secondo i seguenti orari:

  • Giorni feriali: Ore 7.00 - 9.00 - 18.30
  • Giorni festivi: Ore 7.00 - 8.30 - 10.00 - 12.30 -18.30

 Si ricordano le indicazioni del Vicariato di Roma per la partecipazione alle celebrazioni

 

Lodi mattutine 

Ore 07:30 Le Celebrazioni delle Lodi mattutine  insieme ai salesiani addetti alla parrocchia.

 

Recita del S. Rosario                                 

Ore 18.00 Tutti i giorni

 

Notiziario Ex allievi di Don Bosco

E' uscito il  Notiziario Exallievi Testaccio del mese di maggio 2021. Vai al link per vederlo e scaricarlo.

                                                                                                                                                                                       <continua>

Link

XI Domenica del Tempo Ordinario

San Pietro

Testo

Angelus - Regina Cæli 2021

Angelus - Regina Cæli 2020

 

Commento alla Parola di Dio della Domenica

di Don Fabio Rosini Direttore del Servizio per le vocazioni della Diocesi di Roma




GAUDETE ET EXULTATE

Esortazione apostolica del Santo Padre sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo