Settimana 22 maggio 2022 - In evidenza

Festa patronale di Santa Maria Liberatrice

Lunedì 23 maggio

In oratorio alle ore 17.00: Torneo di Calcio a 5 per “primi calci” e “pulcini”

 

Martedì 24 maggio

In chiesa alle ore 18.30: Santa Messa nella Solennità di Maria Ausiliatrice con la partecipazione di tutta la comunità salesiana 

 

Mercoledì 25 maggio

In chiesa alle ore 18.30: Santa Messa e Triduo di preparazione

 

Giovedì 26 maggio

In oratorio alle ore 17.00: Torneo di Calcio a 5 per “primi calci” e “pulcini

In chiesa alle ore 18.30: Santa Messa e Triduo di preparazione

Venerdì 27 maggio

In chiesa alle ore 17.00: Omaggio floreale dei Bambini alla Madonna

In chiesa alle ore 18.30: Santa Messa e Triduo di preparazione

In oratorio alle ore 19.30: Partita di calcio tra “Oratoriani adulti” e Confraternita

 

Sabato 28 maggio 

In chiesa alle ore 18.30: Santa Messa

Sul sagrato della chiesa alle ore 19.30: Concerto della Banda musicale del Corpo di Polizia locale di Roma Capitale sul sagrato della chiesa.

 

Domenica 29 maggio

Ore 07.00 Santa Messa

Ore 08.30 Santa Messa

Ore 10.00 Santa Messa per i ragazzi e le famiglie

Ore 11.00Maratonina Testaccina” per i ragazzi/e nati negli anni 2010-2017

Ore 12.00 Santa Messa

Ore 17.00 Processione per le vie del Rione con la statua della Madonna

Ore 18.30 Santa Messa presieduta dal Cardinale Angelo De Donatis

Ore 22.00 Spettacolo pirotecnico

 

Notiziario Ex allievi di Don Bosco

E' uscito il  Notiziario Exallievi Testaccio del mese di maggio 2022. Vai al link per vederlo e scaricarlo.

Visita e benedizione delle famiglie

Durante il tempo di Quaresima e di Pasqua, il Parroco è disponibile per la visita alle famiglie che lo desiderano, per un breve momento di preghiera e di benedizione. In fondo alla chiesa trovate dei moduli da compilare, nei quali potete indicare il nominativo della famiglia, l’indirizzo, il telefono, il giorno e l’orario preferiti per la visita.

Emergenza Ucraina

Dopo aver raccolto varie sollecitazioni e indicazioni a riguardo e dopo esserci confrontati nel Consiglio pastorale, come Parrocchia Santa Maria Liberatrice a Testaccio, abbiamo individuato tre indicazioni operative che potete trovare nello specifico in un foglio a parte sul tavolino in fondo alla chiesa o nel sito della parrocchia.

1. Aiuto e sostegno alle presenze salesiane in Ucraina e nei Paesi limitrofi

2. Disponibilità per l’accoglienza in collaborazione con la Caritas di Roma e la Protezione Civile del Lazio

3. Disponibilità ad inserire minori ucraini nelle attività e nelle proposte dell’Oratorio 

La parola del Parroco

Carissimi, celebriamo oggi la VI Domenica di Pasqua. Il Vangelo odierno ci riporta nel Cenacolo e inizia con queste parole di Gesù: ”Se uno mi ama, osserverà la mia parola”. Non è un ordine né un comando, ma una constatazione: se tu ami davvero il Signore, prenderai la sua parola come orientamento e guida della tua vita; diversamente, se non ami Dio, la sua parola non scalderà mai il tuo cuore e non potrai vivere da credente. Un detto medievale recita: “I giusti camminano, i sapienti corrono, gli innamorati volano”. La parola di Gesù è una parola di amore e di vita piena e l’amore mette un’energia, una luce, una gioia in tutto ciò che uno fa e gli pare di volare. 

      Il brano evangelico prosegue poi con la promessa di Gesù agli Apostoli del dono dello Spirito Santo, che avrà il compito di insegnare e di ricordare le sue parole alla comunità dei discepoli. Lo dice Gesù stesso: «Il Paraclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto». Insegnare e ricordare: questo è quello che fa lo Spirito Santo nei nostri cuori.

      Nel momento in cui sta per fare ritorno al Padre, Gesù preannuncia la venuta dello Spirito che anzitutto insegnerà ai discepoli a comprendere sempre più pienamente il Vangelo, ad accoglierlo nella loro esistenza e a renderlo vivo e operante con la testimonianza. Mentre sta per affidare agli Apostoli la missione di portare l’annuncio del Vangelo in tutto il mondo, Gesù promette che non rimarranno soli: sarà con loro lo Spirito Santo, il Paraclito, che si porrà accanto ad essi, anzi, sarà in essi, per difenderli e sostenerli. Gesù ritorna al Padre ma continua ad accompagnare e ammaestrare i suoi discepoli mediante il dono dello Spirito Santo.

      Il secondo aspetto della missione dello Spirito Santo consiste nell’aiutare gli Apostoli a ricordare le parole di Gesù. Lo Spirito ha il compito di risvegliare la memoria, ricordare le parole di Gesù, che ha già comunicato tutto quello che intendeva affidare agli Apostoli: con Lui, Verbo incarnato, la rivelazione è completa. Lo Spirito farà ricordare gli insegnamenti di Gesù nelle diverse circostanze concrete della vita, per poterli mettere in pratica. È proprio ciò che avviene ancora oggi nella Chiesa, guidata dalla luce e dalla forza dello Spirito Santo, perché possa portare a tutti il dono della salvezza, cioè l’amore e la misericordia di Dio. 

      Noi non siamo soli: Gesù è vicino a noi, in mezzo a noi, dentro di noi! La sua nuova presenza nella storia avviene mediante il dono dello Spirito Santo, per mezzo del quale è possibile instaurare un rapporto vivo con Lui, il Crocifisso Risorto. Lo Spirito, effuso in noi con i sacramenti del Battesimo e della Cresima, agisce nella nostra vita. Lui ci guida nel modo di pensare, di agire, di distinguere che cosa è bene e che cosa è male; ci aiuta a praticare la carità di Gesù, il suo donarsi agli altri, specialmente ai più bisognosi.

      Il segno della presenza dello Spirito Santo è anche la pace che Gesù dona ai suoi discepoli: «Vi do la mia pace». Essa è diversa da quella che gli uomini si augurano o tentano di realizzare, spesso senza risultati. Stiamo vivendo in questi ultimi mesi il dramma di una guerra che sembra non terminare più. Invochiamo la pace di Gesù, quella pace vera che sgorga dalla vittoria sul peccato e sull’egoismo che ci impediscono di amarci come fratelli.

    Preghiamo! In te, Signore, e in te soltanto il nostro cuore inquieto e turbato trova riposo. Tu sei la vera pace che il mondo e le sue vanità non possono offrire. Donaci il desiderio ardente di stare in ascolto di ogni tua parola per essere sempre pronti a compiere ciò che ci affidi, non contando sulle nostre forze, ma sulla potenza del tuo Spirito che abita in noi.





Altre notizie

Celebrazioni eucaristiche

Le Celebrazioni eucaristiche si svolgono secondo i seguenti orari:

  • Giorni feriali: Ore 7.00 - 9.00 - 18.30
  • Giorni festivi: Ore 7.00 - 8.30 - 10.00 - 12.00 - 18.30

 Si ricordano le indicazioni del Vicariato di Roma per la partecipazione alle celebrazioni 

 

Recita del S. Rosario                                 

Ore 18.00 Tutti i giorni

 

Notiziario Ex allievi di Don Bosco

Nella sezione Ex allievi si possono trovare tutti i Notiziari dell'Unione Ex allievi di Don Bosco presso l'Opera salesiana di Testaccio dall'anno 2017. Vai al link per vederli e scaricarli.

                                                                                                                                                                                       <continua>

Lodi mattutine 

Ore 07:30 Le Celebrazioni delle Lodi mattutine  insieme ai salesiani addetti alla parrocchia.

Notiziario Ex allievi di Don Bosco

E' uscito il  Notiziario Exallievi Testaccio del mese di maggio 2022. Vai al link per vederlo e scaricarlo.

Cammino educativo pastorale 2021-2022

E' stato pubblicato il libretto per il cammino educativo pastorale per il periodo 2021-2022.

Formazione biblico/liturgica

Cammino di formazione biblico/liturgica per il gruppo dei Lettori e per tutti coloro che desiderano compiere un cammino di formazione in questo ambito.

Gli incontri si svolgono l’ultimo giovedì di ogni mese dalle 19.00 alle 20.00 (vedi calendario).

Link

V Domenica di Pasqua

San Pietro

Testo omelia 

Angelus - Regina Cæli 2022

Angelus - Regina Cæli 2021

 

Commento alla Parola di Dio - VI Domenica di Pasqua

di Don Fabio Rosini Direttore del Servizio per le vocazioni della Diocesi di Roma




GAUDETE ET EXULTATE

Esortazione apostolica del Santo Padre sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo